Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Combattere lo stress

Nonostante gli enormi progressi della medicina moderna, ancora si devono sviluppare delle strategie veramente efficaci per affrontare i più comuni problemi di salute pubblica, come ad esempio lo stress, causa della maggior parte della mortalità sociale. La diminuzione dello stress apporta un notevole beneficio nella cura di tutte le malattie, in quanto migliora la salute fisica e psicologica, nonché conduce ad una migliore consapevolezza del proprio stile di vita.

Lo stress è qualsiasi cosa che porta pressione mentale ed emozionale che conduce alla paura, all’ansia, alla preoccupazione, all’apprensione, alla rabbia e persino all’eccitazione e dove il corpo risponde in modo rapido e inefficiente. Secondo i medici, il 90-95% delle malattie dei tempi moderni sono da attribuire a fattori psicologici; il 98% dei comuni mal di testa hanno origine dallo stress, ma lo stress si manifesta anche in molti altri disturbi a livello fisico, come l’indigestione, l’acidità e svariati problemi di cuore (come ad esempio l’infarto). Pertanto, combattere lo stress è importante.

I principali sintomi dello stress sono:

      1. Cambio dell’espressione del viso e diversa postura del corpo
      1. Ritiro dalle relazioni sociali
      1. Scarso rendimento (a volte si manifesta anche con il suo esatto opposto, ovvero con eccessivo rendimento ma particolarmente dannoso per la nostra salute fisica e mentale)
      1. Difetti di pronuncia
      1. Sospiri frequenti e continua irrequietezza
      1. Risate isteriche

 
I benefici della meditazione in caso di stress
 

Circa quindici anni fa in India, il Prof. U.C. Rai portò a compimento un lavoro pioneristico utilizzando la tecnica di meditazione Sahaja Yoga. Egli era a capo del Dipartimento di Fisiologia presso il Medical College “Maulana Azad” di Delhi. Lui stesso in passato aveva sofferto di gravi problemi di cuore e fu particolarmente sorpreso di vedere come i benefici della meditazione sembrassero alleggerire le sue condizioni mediche.

Il Prof. Rai, colpito da questa esperienza personale, cercò quindi di documentare scientificamente gli effetti di questo metodo di meditazione. Mise in piedi pertanto un progetto di ricerca multiforme. Parte di questo progetto, fu uno studio sugli effetti di questo tipo di meditazione su malattie croniche come l’epilessia e l’asma. Il team di ricerca del Prof. Rai scoprì che la pratica regolare di questa tecnica di meditazione riduce la frequenza, la gravità e la durata degli attacchi epilettici dei pazienti. Inoltre, quando il Prof. Rai insegnò ad un altro gruppo un tipo di meditazione simile, che non corrispondeva però alla tecnica reale, lo stesso miglioramento non si verificò.

Meditation Research Programme, The Natural Therapies Unit, Royal Hospital for Women,

Ph (02) 93826626, Fax (02) 9382 6660.

Email: r.manocha@unsw.edu.au

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: