Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Musica per la meditazione

La musica per la Yoga può giocare un ruolo determinante nel migliorare le nostre vite. E’ stato dimostrato che sentire con attenzione un certo tipo di musica, in meditazione ad esempio, è utile per mantenersi in buona salute. Un altro aspetto molto importante è di partecipare attivamente, cantare o suonare è molto più vantaggioso che solamente ascoltare.

Attraverso la meditazione possiamo percepire come le 7 note musicali corrispondono ai Chakra dentro di noi. Il Chakra si attiva quando la frequenza della nota corrisponde alla frequenza del Chakra stesso e può essere rinforzato da essa. Usando determinate combinazioni di note si possono anche rafforzare le connessioni tra i nostri Chakra.

Ma qual è la musica da ascoltare in meditazione?

La musica ha la possibilità di propagare queste Vibrazioni Divine, ma la musica deve essere anch’essa divina. La musica sensuale o di basso livello, collegata a qualcosa di sgradevole, non funziona. Ma se è una musica di un certo tipo allora le trasmette. La capacità di discernere quale tipo di musica avviene solo dopo la Realizzazione del Sé. Ciò di cui gioite sono le Vibrazioni; provate Vibrazioni fresche e cominciate a gioirne… tali vibrazioni vi rilassano e vi rasserenano.

Shri Mataji Nirmala Devi

Musica per meditare, Sarod, Barbara Kaldes

Le note toccano i Chakra e la Kundalini si risveglia. La Kundalini infine raggiunge il Sahasrara attraversando la Sushumna (il canale energetico centrale) e i Chakra. Lì la Kundalini diviene uno con Dio. Le vibrazioni cominciano a fluire ed entriamo in Nirananda (la meditazione piena di gioia); lì il ricercatore della Verità comincia il cammino dell’evoluzione.

 Dr. Arun Apte

Quando la Kundalini sale, nutre tutti i Chakra e li ricarica di energia. Poiché questi sono connessi agli organi, anche quest’ultimi ricevono l’adeguata energia richiesta e così possono essere riportati in equilibrio. Una volta che la Kundalini arriva all’osso della fontanella, forma delle connessioni con l’energia cosmica attivando tutti i nervi del cervello, che di riflesso, illuminano il nostro cuore.

Quando un Sahaja Yogi ascolta della musica, non la percepisce soltanto attraverso le orecchie ma anche con i propri Chakra. I Chakra diventano delle orecchie e la Kundalini si risveglia.

Dr. Arun Apte

 

Non posso comporre nulla senza la gioia; in realtà io traduco in musica lo stato del mio cuore. Quando penso alla Grazia di Dio, il mio cuore si riempie di gioia e le note danzano magicamente saltando fuori dalla mia penna.

Joseph Haydn

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: